Fenomeni meteorologici a me (finora) sconosciuti

Sarà che vengo dalla soleggiata Livorno, città allegramente sdraiata lungo una bellissima costa battuta dal mare e dal vento, ma ci sono alcuni fenomeni meteorologici che certe volte mi sorprendono.

Da un paio di giorni la città di Friburgo è avvolta da una nebbia lattiginosa che nemmeno nel film su Jack lo squartatore con Johnny Depp pareva plausibile. Eppure questa nebbia mica è fatta con un macchinario o con gli effetti speciali al computer, no no, è proprio vera, umida e grigia.

Alberi spettrali avvolti nella nebbia, davanti a casa mia

Alberi spettrali avvolti nella nebbia, davanti a casa mia

Non so se la foto rende, comunque il fenomeno che ho potuto personalmente conoscere in questi giorni è quello della nebbia ghiacciata. La nebbia è così fitta e umida e l’aria così fredda e pungente che le microgoccioline d’acqua si cristallizzano nell’aria, sospese, e ti si appiccicano addosso. Non nevica, non piove, ma semplicemente la nebbia si cristallizza in minuscole e gelide particelle di ghiaccio.

Sarà pure che sono viziata dall’aria di Livorno, ma io una cosa del genere non l’avevo mai vista, nemmeno nella pur nordica e fredda Praga.

E comunque, tanto per farsi del male, in netto contrasto con questo tempo spettrle, mi si sono stampate in mente le immagini di una giornata, di circa 3 settimane fa, passata a Livorno. Eravamo al moletto di Antignano, il sole era gagliardo, l’aria frizzante, il mare splendido e la compagnia ottima. Diciamo che il ricordo è bellissimo, ma di certo non aiuta a combattere la nostalgia di Livorno con tutti i suoi annessi e connessi.

Buona sopravvivenza alla nebbia ghiacciata a tutti gli espatriati in un qualche freddo nord, spero che la foto qui sotto, piuttosto che rendervi maggiormente sconsolati, vi scaldi un po’ in questo lungo inverno.

notare che il 3 gennaio son tutti e due senza giacca...

notare che il 3 gennaio son tutti e due senza giacca…

6 commenti

Archiviato in il gioco delle differenze, in giro per la Germania e per il mondo, Nostalgie

6 risposte a “Fenomeni meteorologici a me (finora) sconosciuti

  1. lalienorossonellettodelviva

    amore di mimma!!!!

  2. Mel

    ciao, ho appena scoperto il tuo blog. anch’io expat (negli USA). io sono siciliana e vivo a buffalo…non aggiungo altro se non un “come ti capisco”!!!😉

  3. unoscoiattoloindispensa

    ehm… beh, magari ho ancora voglia di tepore, ma mi sa che preferisco il mio tempaccio freddo e nevoso e bagnato alla nebbia ghiacciata!

commenta se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...