Festa di compleanno – la ricerca dell’equilibrio perfetto

Come organizzare una festa di compleanno italiana in Germania, facendo contenti tutti.

Come si prepara la glassa per il dolce: prima di tutto va assaggiato!

Come si prepara la glassa per il dolce: prima di tutto va assaggiato!

Da quando ho deciso di fare la festa per il secondo compleanno della mia bimba, mi sono resa conto che devo migliorare la mia conoscenza delle abitudini tedesche. Ho fatto i bigliettini di invito, ne avevo ricevuti in passato, e pensavo fosse normale. I genitori dei bimbi che vanno all’asilo con Saretta invece mi sono parsi piuttosto stupiti:

  • uh, ma guarda, il bigliettino d’invito, ma grazie, che cosa elaborata…
  • oh, ma la festa la fai a casa? mmhh, ma avete un appartamento grande allora?!
  • ah, ma hai invitato TUTTI i bimbi dell’asilo (8, mica 20 eh!), accidenti!
  • ma cucini tu? che bella cosa, ma fate così in Italia? carino

e così via.

Nell’invito era specificato che i genitori (ed eventuali fratelli/sorelle) erano i benvenuti – volevo essere gentile, ospitale e allo stesso tempo evitare che prendessero la festa per il baby-parcheggio stile IKEA, visto che l’età media dei pargoli (tra i 10 e i 24 mesi) mi pareva impegnativa per gestirli tutti quanti e vista anche la mia padronanza (parziale) del tedesco bambinesco. Volevo anche avere una scusa per fare amicizia, ma quella è un’altra storia… Così nei giorni passati mi sono sentita chiedere se fosse un problema se veniva anche il papà, oltre alla mamma di tizio, se fosse un problema se portavano anche il fratellone o la sorellona di caio. Ma no che non è un problema, ma più che scriverlo a chiare lettere, che devo fare????

Ma lasciamo perdere la polemica gratuita (il mio sport preferito insieme alla lagna) e veniamo al motivo di questo post.

Oggi scrivo per speculare avidamente in questo mondo della blogosfera. Scrivo per avere consigli concreti, pratici e anche, perché no, solidarietà. Questa festa di compleanno deve riuscire bene, ci tengo che la bimba si diverta, e so già che ci saranno dei gap culturali, ma vorrei mettere tutti a proprio agio.

Iniziamo dal menu. Ho pensato a delle pizzette, evergreen molto made in Italy (in realtà le faccio “finte”, con la sfoglia tagliata e ogni quadratino farcito, capperi e acciughe o una fetta di pomodoro o un dadino mozzarella, o quello che c’è in frigo, una bella spolverata di origano e via). A dei piccoli tramezzini, a misura di micromanine e ottimi per i genitori, che così gli sembra di non mangiare tanto. Poi ho dei salatini, quelli soliti a bastoncini, con anche un paio di varianti (coi semini e simili). Un’amica porta altre pizzette, di quelle classiche col pomodoro, che vanno via come il pane. Una bella vaschetta di smarties, che così li consumiamo prima che mia figlia inizi a fare la cacca viola o multicolor (accidenti a me e a quando ho pensato che fosse saggio avere una dispensa con gli sportelli di vetro e le cose dentro A VISTA). E poi, per il reparto dolci, diciamo che ancora ci stiamo lavorando. Ho un pandoro da smaltire (prima che lo ingurgiti io a colazione, senza che venga mai più smaltito dal mio sederone). Avevo pensato che potrei tagliarlo a strati in orizzontale, così poi lo riposiziono artisticamente e sembra una stella tridimensionale o un albero di natale, e magari ci colo della bella cioccolata fusa sopra, così, per stare leggeri (e smaltire anche quella). E poi farò la torta. Un ciambellone classico, allo yogurt (di soia che una bimba credo sia intollerante al lattosio) magari marmorizzato col cacao e decorato in qualche modo. Ci devo ancora pensare. Ma la torta è quella per le candeline, quindi deve venire bellina.

Ma i miei crucci, oltre che rispetto al menu – ci sarà abbastanza roba? troppa roba salata per questa merenda delle 16? troppe poche le varietà di dolci? – sono rispetto alle bevande. Ci sono i succhi per i pupi, ma per i genitori? la birra? il caffè? ma io ho solo la moka, andrà bene lo stesso? faccio anche il tè? ma freddo o caldo? Aiuto!!!! In Italia non mi ero mai fatta tutte ‘ste seghe…c’ho l’ansia da prestazione.

E questa ansia mi si estende anche al resto, alla casa, alle cose della bimba. La mia bimba piena di giochi, decine e decine, che secondo me ci pigliano per matti. La mia bimba piena di vestiti fighi, perché si sa, i parenti italici regalano roba bellissima, che stride così tanto con lo stile crucco. La mia bimba con decine di DVD di cartoni animati già a due anni, che sentire parlare italiano è importante, che tenerla buona a casa una settimana di seguito con la febbre vorrei vedere chiunque provarci senza un’adeguata scorta di film. La mia bimba con 2 tricicli e una bici con le ruotine e una senza, che i parenti quando fanno i regali non sempre si consultano tra loro, e ora guai a toccarle uno solo di quegli oggetti, ce li teniamo tutti, con amore, e li usiamo a giorni alterni. La mia bimba, bella lei, e speriamo che domani non picchi nessuno dei bimbi perché le ha toccato i SUOI giochini…

E poi, ancora, si devono organizzare dei giochini o sono ancora troppo piccoli e vanno lasciati giocare così, spontan? E i pennarelli e le matite e i gessetti, li nascondo tatticamente o li lascio alla loro portata, magari con dei bei fogli grandi da scarabocchiare?

E poi, sulla pulizia, non si scandalizzeranno mica questi tedeschi, vero? Spero siano sportivi, perché domani sistemeremo un po’, ma per i miracoli ancora non siamo attrezzati….E via, dopo questo bel post da casalinga disperata, spero che qualcuno sappia illuminarmi su tutti questi piccoli dubbi, che paion poca roba, ma poi mettili tutti insieme, son cose grosse. Magari arriva l’illuminazione prima della festa e mi tranquillizzo. Attendo fiduciosa.

15 commenti

Archiviato in cose di mamma, il gioco delle differenze

15 risposte a “Festa di compleanno – la ricerca dell’equilibrio perfetto

  1. Anonimo

    NO PANIC!
    1) i tedeschi preferiscono il salato al dolce (impazziscono per pizza e pizzette, farciscono qualunque tipo di pane con ogni cosa spalmabile e hanno sempre nascosta una brezeln, pane quotidiano di ogni bambino tedesco.
    2) la torta semplice e colorata è ideale ad un compleanno di bambini piccoli, se poi artigianale e con la farina di farro perfetta per le oeko-mamis friburghesi
    3) piatti di frutta mista, veloci colorati salutari e tanto deutsch.
    4) saranno felicissimi di poter bere un buon caffè italiano invece della loro brodaglia scura (necessari: tanto latte e quantità discreta di zucchero). qualche bottiglia di birra non guasta mai.
    5) la casa perfettamente pulita e ordinata, pronta ad accogliere il fantomatico “qualcuno” che potrebbe venire e non arriva mai, è abitudine prettamente italiana. i tedeschi sono molto più rilassati in soggiorno e in cucina, il vero stress per loro sono il giardino e il viottolo.
    6) a due anni sono troppo piccoli per animazioni e attività organizzate, io li lascerei improvvisare e autoorganizzarsi. farei sparire colori, pennarelli e gessetti, da usare magari verso fine festa, per calmare gli animi dopo i7 gioco sfrenato.
    7) tricicli e biciclette sono oggetti molto apprezzati, al contrario dei dvd che farei temporaneamente sparire.
    8) consiglio: scorta di gummibaerchern (confezione con mini bustine), ottimi in caso di situazioni critiche, tipo litigio tra bambini, e perfetti come piccolo regalino di ringraziamento al momento dei saluti
    DIVERTITEVI

    • Anonimo

      l’anonimo sono io, luanaaa! comincio ad avere il dubbio che wordpress mi odi. baci

      • Anonima Luana, wordpress ti sta mettendo alla prova, ma tu resisti!!! Ottimi i consigli, grazie, ho fatto quel che sono riuscita a fare con una bimba poco collaborativa che ieri era davvero pallosa…comunque faccio post coi risultati ( e foto) a breve!!!

  2. acasadiclumsy

    Ci sono in Germania i panini dolci piccolini (che in alcune zone d’Italia chiamano i “panini del nonno”)? Li puoi spalmare con la crema di cioccolata o farcire con salame, prosciutto… qualsiasi cosa. Secondo me piacciono anche ai tedeschi. Hai pensato a un bel succo di frutta? Io un po’ d’Italia ce la metterei… d’altra parte è la festa di una bimba italo-tedesca… secondo me apprezzano. In bocca al lupo e tanti auguri alla bimba. Ricorda poi di raccontarci tutto, eh?🙂

  3. Simona

    Nicla! Quanto ti preoccupi?!! Sei sempre stata la regina delle feste! Hai gestito numeri molto più elevati di ospiti! Capisco che è come un debutto in “società”, ma prendila con serenità, sii te stessa, il tuo buffet sarà strepitoso, hai ricevuto dei buoni consigli! Potresti tagliare della verdura fresca da pinzimonio?! Con l’olio buono, di quello toscano?! Carote a listelli, finocchi, sedano con gorgonzola… !? Poi se Sara farà la sua parte e picchierà qualcuno perché gli toccherà i giochi, vabbè … con un sorriso smagliante potrai sempre dire ” Ha una percentuale piuttosto alta di fuoco mediterraneo! Ma non è cattiva! Si disegna così!”🙂 Andrà tutto bene! Domani ci riderete sopra, sarà comunque un aneddoto che potrai raccontare a Sara quando sarà più grande! E anche a noi che dalle 16 in poi ti penseremo …. un abbraccio grande. :-*

  4. ho saputo per vie traverse che fra i parenti vari arriverà anche la Merkel…

  5. Jessica

    Innanzitutto auguri alla piccola!Allora, posso darti un sacco di dritte, perchè noi per il battesimo della nostra bimba abbiamo fatto una festa ed invitato tedeschi di tutte le età!É vero, gli inviti stampati li lasciano di stucco (credo pensino al regalo…sono un po’ diciamo “risparmiosi”). Per la roba da mangiare, ti consiglio di buttarti sui dolci e se ti va sulla frutta tagliata a dadini con magari la panna montata a disposizione ( Das ist sehr gesund!). I salatini me li hanno lasciati in blocco tutti intonsi, assieme alle patatine…io e mio marito eravamo basiti!Ci siamo dovuti dividere coi parenti intervenuti (in tutto 8 persone) non so quanti kg di patatine, salatini, sfoglia tagliata a fettine e tartine condite in vario modo. I dolci son praticamente andati, ma non esagerare con le quantità!I tedeschi non mangiano molto…per noi italiani ciò è scandaloso!Quello che non deve mancare sono le bevande:abbondanti, varie, frizzanti e per gli adulti ci metti anche un sekt ti ringrazieranno!Fin qui la mia esperienza!Per la pulizia, non preoccuparti troppo, se ci sono bimbi piccoli disponi una coperta in terra da qualche parte, oppure vedrai sbavato pavimento e/o tappeto!Le mamme tedesche buttano sempre i bimbi in terra!Buon divertimento!

  6. Pingback: Socializzazione tedesca – cronaca del tentativo n. 1 – parte seconda | malditestadellimmigrata

  7. Ester

    ciao!
    a me piacerebbe avere la traduzione del tuo invito, se possibile ovviamente🙂
    …vorrei evitarmelo anch’io il servizio di 3 ore di babysitteraggio

    • Cara Ester, chissà dove è finito il biglietto della festa di ormai quasi 3 anni fa, e il mio tedesco è piuttosto arrugginito ormai, ma era qualcosa del tipo Pinco pallo (nome bimbo/a) è invitato alla festa di XXX, informazioni pratiche su giorno e orario, indirizzo, e poi Geschwister sind willkommen, e Sag uns bitte Bescheid. Spero di esserti stata di aiuto! buona festa!

commenta se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...