Il senso di N. per la neve

Questo senso è contraddittorio assai. Idealmente la neve è molto bella, romantica, fa tanto inverno nel senso vero del termine e rende il freddo polare vagamente più sopportabile, specialmente quando la nevicata è già storia e resta solo il bellissimo manto immacolato, e magari c’è anche il sole a riflettercisi sopra. Ma poi nel concreto, nel bagnato e nel freddo della neve, mica sono questa grande fan.

Che poi tutto il libeccio che c’ho sotto pelle si ribella e dopo qualche giorno di neve, e poi ghiaccio, e poi nevischio, e poi neve sporca e poi ghiaccio ancora, la pazienza finisce e un rabbia sorda, inespressa, mista a un senso si impotenza e di intrappolamento si fa avanti e mi travolge.

E poi come si fa? Come mai ci sono così tanti tipi di neve? L’altro giorno camminavo per strada e l’aria era asciutta, il cielo bianco ma non minaccioso e faceva moooolto freddo. A un certo punto mi arriva sul cappotto una pallina polistirolo. Ero in centro e ho pensato che il vento avesse spinto sulla mia giacca il residuo di un imballaggio di qualche negozio. Poi ne arriva un’altra, e dopo qualche minuto viene colpita anche la mia amica. Palline bianche, leggere, che volavano a mezz’aria. Tonde tonde e apparentemente senza peso alcuno. Beh, poco dopo aver toccato le nostre giacche, evidentemente più calde dell’aria, hanno iniziato a sciogliersi. Era neve. Cadeva a palline. Una pallina ogni cinque minuti. Non attaccava. Era impercettibile. Una cosa stranissima che non avevo mai visto.

Qualche giorno dopo, o forse era qualche giorno prima (tutto si perde in un unico biancore) è arrivata invece una bella nevicata a fiocchi. Ma mica fiocchi così, di quelli normali, no no. Fiocchi grossi come panini. Fazzoletti bianchi. Una cosa mai vista. Nemmeno quella. Che ci volete fare, sono nata sul mare io….

Dieci giorni fa ero andata con la mia amica di Livorno a fare un giro sulle montagne qui vicino. Avevo letto le previsioni e davano sole, e visto che erano giorni che non se ne vedeva traccia, ero parecchio in astinenza. Ma la mattina ci svegliamo, e nisba, il mio fedele programma di previsioni mi aveva gabbata: tutto bianco, per terra e per aria, nessun raggio di sole a portare un po’ di luce. Allora mi sono ricordata che in tanti tra i miei studenti mi avevano detto che quando a Friburgo è coperto o c’è la nebbia, spesso sulle montagne vicine invece c’è il sole. Così, forte delle previsioni meteo che questo benedetto sole da qualche parte lo promettevano, e forte dei saggi consigli dei miei studenti, ho preso la macchina e ci siamo inerpicate sulla strada verso lo Schauinsland. Guida te che guido io, arriviamo alla pista degli slittini (la stessa dove avevamo tentato di portare Sara in una bella giornata ) e ancora del sole nessuna traccia. Così abbiamo proseguito speranzose ancora più su, beandoci nel frattempo di tutto quel bianco intorno a noi.  Arrivate sul cucuzzolo, niente di niente. Delusione somma. Anzi, appena mettiamo il naso fuori dalla macchina inizia pure a nevicare. Poco poco, ma sempre troppo per i miei gusti!

Nonostante la leggera nevicata ci avventuriamo lo stesso per una piccola passeggiata.

Lo spettacolo, anche senza sole, era davvero bellissimo

Bianco spettacolare sul cucuzzolo

Bianco spettacolare sul cucuzzolo

ma se si guarda bene, con molta attenzione, in alto a destra, nella foto si può notare un pallido chiarore: eccolo, lì, quello, proprio lui, il SOLE, che si nasconde dietro a tutto quel bianco, il bastardo!

L’altra cosa per cui è valsa la pena fare la micro passeggiata è stato lo stupore della mia amica nel vedere che i fiocchi di neve hanno, effettivamente, la forma dei fiocchi di neve! Mi spiego con una foto, mi sa che è meglio:

testimonianza diretta della forma del fiocco di neve: è fatto a fiocco di neve

testimonianza diretta della forma del fiocco di neve: è fatto a fiocco di neve

Ho trovato tutto molto bello e molto romantico e la passeggiata è stata carina, anche se faceva un freddo disumano. Resta comunque il fatto che non credo di essere progettata per convivere con la neve. La mia anima è divisa. Ama la neve dal di fuori, come si ama un quadro che si può ammirare, con un bel paesaggio fisso, nel quale non si può davvero entrare (non siamo tutti amici di Mary Poppins purtroppo) e che quindi è bello per come appare. Ha tante sfumature, è bella, è magica perché ricopre per un po’ il mondo come lo conosci e ti regala un mondo nuovo, immacolato e meraviglioso.

Ma non ama la neve dal di dentro, perché poi è fredda, fastidiosa, bagnata, scivolosa perché ghiacciata o che ti fa sprofondare perché farinosa. Insidiosa. Non ama gli effetti collaterali della neve, il dopo e le sue conseguenze, spesso disagevoli.

Al contrario del mare, che dal di dentro è bello come dal di fuori, forse anche di più, e che ti accoglie e ti stupisce quando ci entri perché ha cela dei colori che non ti aspetteresti. Cela un altro mondo. Non copre quello che già conosci.

Forse dovrei diventare amica di qualche eschimese per capire meglio il vero amore per il ghiaccio e per la neve.

7 commenti

Archiviato in il gioco delle differenze, in giro per la Germania e per il mondo, Nostalgie, riflessioni (finto profonde) a caso

7 risposte a “Il senso di N. per la neve

  1. Concordo. Anche qui oggi era tutto bianco ed io non amo particolarmente la neve, anche se devo ammettere che il paesaggio è meraviglioso.

  2. Laurabi

    Anche a Monaco è tutto bianco, l’altro giorno passeggiando con una mia amica ho fatto proprio questo pensiero, bella è bella la città con la neve ma con questo freddo boia preferirei vederla in cartolina!😉

  3. Adoro la tua logica sul fiocco di neve a forma di neve..é così N.

commenta se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...