Archivi tag: 2012

Signora, dovrebbe prendere un appuntamento telefonicamente.

Nota su una scena di ordinaria incomprensione con un’infermiera di uno studio medico.

Ebbene sì, nonostante il 2012 sia ormai finito, chiuso, passato, archiviato, pare che i malanni non abbiano ancora del tutto abbandonato il mio corpo. Così questa settimana mi sono goduta una bella influenza, al completo. Ho iniziato con la febbre, piuttosto alta, poi è arrivato un mal di gola terribile e alla fine anche un bel raffreddore, di quelli che ti fanno parlare come l’orso Yoghi (do, do, non scherzo, parlavo proprio così, dudda chiusa e nasale).

Arrivata a giovedì ho ingenuamente pensato di essere ormai sulla dolce discesa della guarigione, così la sera me ne vado a nanna tutta contenta, sperando che finalmente una bella dormita, un lungo riposo, mi potessero regalare un risveglio finalmente in forma, o almeno con un naso meno gocciolante. E invece. Continua a leggere

Annunci

10 commenti

Archiviato in il gioco delle differenze

Cin cin

Intanto leviamoci il pensiero: buon anno, buon inizio, tante belle cose, auguri a tutti.

Poi l’augurio indispensabile e imprescindibile: che il 2013 sia un anno meno di merda del 2012.

E poi alla fine il succo del post di oggi. Oggi, 1° gennaio,  che è giornata carica di buoni propositi, ricerca di buone vibrazioni, con un occhio rivolto ai bilanci fatti ieri e ancora in corso oggi. I bilanci del 2012, che volente o nolente mi toccano, anche se li ho evitati fino all’ultimo, sono arrivati inesorabili ad ammorbarmi questo primo giorno del 2013. Ma non era questo il succo del discorso, il succo era ancora il cibo. Come già fatto qui sono ancora in vena di lamentele (mi ripeto, “la lagna è il sale della vita” cit. ). Oggi mi va di lamentarmi ancora un po’, e ancora di cibo. Ieri sera ho concluso, spero, una delle maratone di pranzi, cene, caffè, mangiamo qualcosa insieme, facciamo uno spuntino ecc., più estenuanti degli ultimi anni. Ho mangiato come se non ci fosse un domani. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in metablog, Nostalgie, riflessioni (finto profonde) a caso

2012 in review

I regali di WordPress!!! Dalle amate statistiche, da cui ho anche tratto spunto per qualche riflessione senza meta proprio qui, WP ha tratto le informazioni che più sembravano interessanti, per farne un riassunto del 2012 che nel mio caso è il riassunto di poco meno di due mesi di vita. Eccolo:

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

600 people reached the top of Mt. Everest in 2012. This blog got about 6.700 views in 2012. If every person who reached the top of Mt. Everest viewed this blog, it would have taken 11 years to get that many views.

600 persone hanno raggiunto la vetta del monte Everest nel 2012. Questo blog ha avuto circa 6700 visite nel 2012. Se ogni persona che ha raggiunto la vetta dell’Everest avesse visto questo blog, ci sarebbero voluti 11 anni per avere così tante visite.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Lascia un commento

Archiviato in metablog, Uncategorized