Archivi tag: mangiare

Il linguaggio segreto della bimba

I bimbi, si sa, hanno un loro personale linguaggio che si evolve di giorno in giorno e che non sempre ha una traduzione precisa nella nostra lingua comune, nel mio caso l’italiano.

La mia bimba è esposta a due lingue, l’italiano e il tedesco. Da quando ha nove mesi va regolarmente al nido. O meglio, prima dalla tagesmutter, poi ad un asilo nido pomeridiano e finalmente all’asilo nido mattutino che frequenta tuttora. La nostra intenzione di genitori italici, con una conoscenza tutto sommato limitata del tedesco (ce la caviamo, ma non potremmo insegnarlo, ecco), è sempre stata che la bimba fosse il più possibile esposta anche al tedesco e che potesse stare con altri bambini  della sua età. E devo dire che la cosa ha dato i suoi frutti. Adesso che ha due anni la lingua predominante è ovviamente l’italiano, ma sembra capire molto bene quando le parlano in tedesco e conosce molte parole, anche se non credo che faccia delle frasi complete. Raramente mescola le due lingue, solo qualche volta se ne esce con degli ibridi del tipo “mamma, io vojo apfel” oppure cose come “no, no, no, io le schuhe no metto io”. Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in cose di mamma, italiano per stranieri

Socializzazione tedesca – cronaca del tentativo n. 1 – parte seconda

Oh, eccoci alla puntata conclusiva di questo tentativo programmato di socializzazione con le genti tedesche. Le puntate precedenti le potete trovare qui  e qui.

Il sottotitolo di questo posto potrebbe essere anche:

Compleanni, orda di bimbi e sindacalismo all’asilo.

Ieri finalmente c’è stata la festa di compleanno della mia bimba, che ha compiuto 2 anni proprio pochi giorni fa. La preparazione della festa era iniziata diversi giorni fa, diciamo circa 2 settimane prima dell’evento. Avevo fatto i bigliettini, e mi ero preparata psicologicamente. Peccato che poi io sia stata presa da un po’ di malanni e che io mi sia trovata un po’ all’ultimo a preparare il tutto. Presa un po’ dal panico da ansia da prestazione avevo anche rotto le palle un po’ a tutti, concretamente  e virtualmente, tra telefonate, chat e post qui e su facebook. E i consigli pratici e la solidarietà psicologica sono arrivati a palate, e mi sono sentita meglio.

Ma andiamo con ordine.
Continua a leggere

16 commenti

Archiviato in cose di mamma, il gioco delle differenze

Nostalgia random – Cose a caso che mi mancano dell’Italia.

Questo post è una trappola, una trappola mortale che mi porterà a scrivere una montagna di banalità, ma proprio non resisto. Mi sono trattenuta, eh, davvero. 4 lunghissimi giorni. Poi ho ceduto. Ecco il post.

E subito ecco il primo scoglio.

Inizio dal cibo? Nooo, troppo banale.

Dal clima? Nooooo, trito e ritrito.

Dalla fantasia degli italiani? Già sentito.

Oh, vabbè, ma le cose son quelle, che ci posso fare io?

La verità è che:

IN ITALIA SI MANGIA BENE. Mediamente meglio, e parecchio, di come si mangia qui in Germania. Qui (almeno a Friburgo), in realtà, le cose non andrebbero malissimo, non fosse per le salse. Mi spiego. Ordini una bella bistecca, e qui la ciccia è buona, con le patatine fritte. Che ci vorrà mai? Mica è facile rovinarla. E invece, sorpresa, ti ci buttano sopra, a tradimento, un bel panetto di Krauterbutter, il loro terribile burro alle erbette. Oppure te la servono sdraiata, patatine comprese, su un bel letto di salsa marrone (vedi la tavola del Sardelli). Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in Nostalgie