Archivi tag: migranti

Che lavoro fai?

Insegnante di italiano come lingua straniera/lingua seconda. (occhi sbarrati, e che lavoro è? Sei nelle graduatorie del pubblico? ah, no…e allora dove insegni? a chi insegni? che hai studiato?)

Ribloggo questo bellissimo post dal neonato blog che raccoglie l’impegno di molti colleghi e colleghe per il riconoscimento della figura professionale degli insegnanti di italiano come lingua straniera o lingua seconda. Trovo che, oltre ad essere una testimonianza toccante, sia anche chiarificatrice della particolarità di certi aspetti della nostra professione. Diffondente gente, diffondete, che magari riusciremo ad ottenere di essere riconosciuti ufficialmente per il lavoro che svolgiamo e per il quale ci siamo formati.

ALFABETI DIVERSI. La testimonianza di Elena.

Annunci

1 Commento

Archiviato in italiano per stranieri

Primarie sì, primarie no

(sulla musica della terra dei cachi di Elio e le storie tese).

Titolo alternativo, ma troppo lungo:

SONO IO CHE HO ABBANDONATO L’ITALIA O E’ STATA L’ITALIA AD ABBANDONARE ME?

Vedendo questo, per forza si hanno dubbi sull'andare a votare

Vedendo questo, per forza si hanno dubbi sull’andare a votare

Queste due domande dei titoli non sono arrivate in contemporanea.

Prima di tutto, circa un paio di settimane fa mi sono interrogata se andare o no a votare per le primarie del PD. Ora, di mio non ci sarei andata proprio, e se a qualcuno interessasse il perché, alcuni dei motivi sono sommariamente raccolti in questo articolo – anche se magari non proprio come li avrei espressi io (avrei usato meno vetriolo) ma l’autore ci va vicino.

In pratica non sono né una sostenitrice né una votante del PD, eppure un pensierino sull’andare a votare alle primarie ce l’ho avuto. Perché ufficialmente non erano le primarie del PD, ma della coalizione del centro-sinistra. E questa formalità, per quel che mi riguarda, era incarnata dal fatto che corresse anche Nichi Vendola. Quindi la domanda: vado a votare, non vado a votare, me la sono sinceramente posta. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in cervelli in fuga, Nostalgie, riflessioni (finto profonde) a caso